Intervista a Silvia Fossati, co-founder di Colorised

silvia fossati colorised

Oggi la nostra sezione interviste è dedicata a Silvia Fossati, Co-founder e Resp. Comunicazione di Colorised, brand fiorentino che abbiamo imparato a conoscere su La moda di Monalisa. Il legame con Silvia è nato con la scoperta delle collezioni Colorised. Di lì a poco, ho cominciato a seguirla su Twitter e su Facebook. Insomma, quello che aveva da dire sul mondo della moda e non solo, mi interessava e per questo ho cercato di contattarla. Dalla nostra comunicazione virtuale (ancora non abbiamo avuto modo di conoscerci personalmente), ho capito che è una ragazza piena di gentilezza, con voglia di fare e tanto simpatica. Per questo motivo, le ho chiesto di rilasciarmi un’intervista per il blog. Ed eccola qua! Buona lettura!
1) Descriviti in pochi parole
Partirei da una citazione che mi rappresenta: “Nur ein wenig Fantasie gehört dazu, um das Leben fantastisch zu machen!” (Thomas Mann) ovvero tradotto liberamente “Basta un po’ di fantasia per rendere la vita fantastica”. Finora la mia fantasia, una buona dose di audacia e certo anche fortuna mi hanno permesso di realizzare veri e propri sogni, grazie anche alla grande passione che metto in tutto ciò che faccio – nel lavoro come negli hobby e nella vita privata. Il rovescio della medaglia è che sono una “intransigente rompiscatole”, specie in fatto di comunicazione e relazioni pubbliche 🙂 .
Ballerina e fotografa dilettante ormai arrugginita, amo il design, arte e architettura, viaggiare e imparare nuove lingue.
2) Qual è il tuo rapporto con la moda?
Di gioco. La moda mi piace, ma per reinterpretarla – e in fondo sono convinta che nasca proprio con questo intento. Gli album di foto di famiglia mi ritraggono sin dalla tenera età di quattro – cinque anni in esilaranti e camaleontici outfit creati con il meglio dei vecchi abiti e accessori della mamma e delle nonne. Passavo pomeriggi interi a scegliere, abbinare e poi sfoggiare vestiti fino ad arrivare a organizzare vere e proprie “sfilate” o “shooting” in giardino con le mie amichette – LoL!
Da grande ho continuato e continuo a divertirmi osservando i trend di stagione ma sempre per poi metterci del mio o anticiparne di nuovi – ad esempio ho cercato per anni le camicie-body o le tute intere; come del resto l’arancio e il turchese sono colori che non mancano mai nel mio guardaroba estivo.
COLORISED® infatti mi rappresenta molto, nonostante non sia io il direttore creativo, presentandosi sul mercato con una linea che ripensa e ridisegna la forma della classica t-shirt in modo del tutto nuovo (con un taglio che la rende asimmetrica e crea nuovi spazi da personalizzare), indipendentemente dai trend destinati a durare una stagione o poco più.

LIVING KI-MONO by COLORISED® - Graphology

3) Hai uno stilista preferito?
Giorgio Armani, se devo scegliere. I suoi capi esprimono una femminilità decisa e consapevole, adoro la complessità che sta dietro al raggiungimento di quel perfetto equilibrio di forme e colori che danno un risultato apparentemente semplice, minimal.
Quella che meglio mi rappresenta, sebbene non famosa come Armani, in realtà è Mari Otberg, stilista berlinese per cui ho avuto il piacere di lavorare come consulente. L’originalità e l’audacia dei tagli e disegni dei suoi capi che cadono perfettamente sul corpo femminile ti fanno sentire davvero unica. Chi ha visto la mia giacca asimmetrica sa bene cosa intendo!
4) Parlaci di Colorised
Decisa a non incrementare la fuga dei cervelli dall’Italia e a lavorare sul e per il Made in Italy, sono rientrata in Italia da Berlino alla fine del 2008 dedicandomi di lì a poco alla creazione di COLORISED® con Simone Mòllica (la mente creativa).
COLORISED® è il brand di t-shirt 100% Made in Italy che ha fatto del web il proprio centro di sviluppo commercializzando le proprie collezioni, personalizzabili online, sulla piattaforma e-commerce COLORISED.COM. L’esordio è stato nella Primavera/Estate 2010 con la collezione KI-MONO (uomo e donna), contraddistinta dall’originale taglio che rende la t-shirt asimmetrica e crea nuovi spazi da personalizzare (la banda laterale o la spalla sinistra libera da cuciture). Dunque un marchio giovanissimo – una vera e propria startup – ma con le idee ben chiare, che intende dare nuovo slancio al Made in Italy proponendone un concetto dinamico grazie a un sistema distributivo reso rapido e flessibile dall’immediatezza del web. La scelta del Made in Italy è innanzitutto culturale, per quanto innegabilmente audace di questi tempi, e si fonda su originalità, creatività e qualità.
5) Ci sembra che Colorised lavori molto sul canale Internet, avete avuto vantaggi su questo fronte?
Come spiegavo, COLORISED® nasce e si sviluppa sul web. Vale a dire abbiamo scelto Internet come canale esclusivo, eludendo il classico retail. I vantaggi di Internet sono numerosi, soprattutto in fase di startup: dalla flessibilità nel poter intervenire sulla piattaforma e ottimizzarla in base a comportamenti osservati e feedback ricevuti, alla gestione del magazzino e fino alla possibilità di offrire soluzioni di vendita on demand per la promozione aziendale senza obbligo per il cliente di inutili stoccaggi. Ciò non significa assolutamente che su Internet, nella lotta intestina per ottenere più traffico, fan e follower, sia più facile o economico che sui classici canali!
6) Come nascono le collezioni Colorised?
A partire dalle collezioni KI-MONO basic a manica corta e a manica lunga, uomo e donna, vengono create periodicamente nuove grafiche, ordinate nello shop online per categorie denominate secondo il claim COLORISED® – For Original Use Only. L’ultima serie è Graphology, ispirata ai segni che rappresentano concetti dell’immaginario collettivo. Le t-shirt basic e gran parte di quelle con stampe predefinite possono essere personalizzate con un testo (nome, aka o statement) da stampare sulla banda laterale. Per creare la propria t-shirt è disponibile un’applicazione che mostra la preview di ciò che si vuole stampare.

Giulia Ciccarelli, The Girl of Bows con la sua t-shirt COLORISED®

7) Avete qualche progetto in cantiere per i prossimi mesi? Puoi darci qualche anticipazione? 🙂

È appena partito un nuovo progetto con una giovane e promettente fashion blogger italiana, Giulia Ciccarelli alias The Girl of Bows (https://thegirlofbows.blogspot.com), distintasi per i suoi outfit con pubblicazioni anche su marieclaire.co.uk. Con COLORISED® abbiamo creato una t-shirt personalizzata per il blog e le sue lettrici. Giulia l’ha sfoggiata tra i suoi outfit e ha tuttora un suo mini-shop su COLORISED.COM. La t-shirt The Girl of Bows è disponibile in due versioni con stampa in flock dall’effetto vellutato che ricrea l’atmosfera sognatrice e romantica del blog, mixando colori accesi e decisi come il rosa fluo e il nero. Disponibile ovviamente anche la versione custom per aggiungere un tocco personale, scrivendo il proprio nome o slogan sulla banda laterale della T-shirt.
Per il momento posso dirvi che questo è solo l’inizio di progetti di più ampio respiro che approderanno prossimamente nel mondo delle fashion blogger!

 

Vi lascio con un video di Colorised, suggerito da Silvia: Come distinguere una t-shirt originale da una qualsiasi!

[youtube 1uMcQKhDrHw]

 

Le immagini sono di proprietà di Colorised e Silvia Fossati.

 

Il tuo parere?

avatar
  Subscribe  
Notificami