La prima capsule di Benetton parla Navajo grazie a Stella Jean

 
Per la prima collaborazione esterna di Benetton, l’azienda di Treviso sceglie Stella Jean, un innovativa e creativa stilista italo-haitiana.
Il risultato è una capsule composta da 20 pezzi tra abiti e accessori, che fonde i colori dell’iconico knitwear di Benetton ai disegni ricchi di contaminazioni del sud del mondo di Stella.
bozzetti-stella-jean-per-benetton
In questa collezione l’ispirazione arriva dall’affascinante mondo degli indiani d’America, “ho voluto parlare di un popolo prigioniero in casa propria“ i capi presentano infatti disegni ispirati ai tipici decori Navajo e alla cultura dei Yeii, gli spiriti protettori.
I capi sono interamente realizzati in fibre nobili, solo mohair e cashmire per un progetto che unisce maglieria e impegno sociale; i bracciali presenti in collezione sono stati creati da donne di Haiti, mentre le borse sono state realizzate in Etiopia.
vestiti-stella-jean-per-benetton-2016

“Questo marchio è stato tra i primi a usare la moda non solo come fine estetico ma anche come potente mezzo di comunicazione, questo è esattamente quello che cerco di fare anch’io con il mio lavoro. Usare questo importante strumento che è la moda per trasmettere qualcosa che non si fermi al bello e al brutto“

L’impegno nel sociale e l’attenzione nei confronti delle delle donne sono un elemento fondamentale dell’incontro tra Benetton e Stella Jean. La designer, infatti, lavora con le comunità locali nei paesi in via di sviluppo, mentre dal 2015 il Gruppo Benetton porta avanti il Women Empowerment Program, finalizzato a supportare l’emancipazione e la legittimazione delle donne nel mondo.
cover-benetton-stella-jean-desktop
La capsule che vi mostriamo in anteprima nella gallery che segue, sarà disponibile dall’inizio di dicembre 2016 in selezionati store United Colors of Benetton e online.

 

Il tuo parere?

avatar
  Subscribe  
Notificami