Raf Simons Men a Pitti 91, la collezione del Chief Officer di Calvin Klein

 
Raf Simons è lo stilista belga dal curriculum d’oro, che ha trovato, nelle Subculture contemporanee e nella sartorialità del passato, la sua ispirazione.
Tutto nasce nel 1991 quando Walter Van Beirendonck, che collaborava tra gli altri con Dries Van Noten, Marina Yee e Dirk Bikkembergs, chiese a Raf di realizzare alcuni capi da presentare durante il suo fashion show di Parigi.
Durante il viaggio, esattamente durante la sfilata di un giovane Martin Margiela, Simons comprende che quella è la sua strada, la moda. Un mezzo con cui esprimere senza filtri la sua creatività in modo nuovo, libero e fuori dai canoni convenzionali.
Dal 2005 al 2012 lavora come direttore artistico per Jil Sander, per poi passare a Dior per i successivi tre anni e mezzo, lasciando la maison nell’Ottobre del 2015.
Si è sempre occupato di moda donna anche se la linea che porta il suo nome dal 1995, sviluppa esclusivamente la linea uomo.
Dall’Agosto 2016 veste i panni di Chief Officer per Calvin Klein dove è capo di tutte le linee, Calvin Klein Collection, Calvin Klein Platinum, Calvin Klein, Calvin Klein Jeans, Calvin Klein Underwear e Calvin Klein Home.
Ispirato dall’arte e dalla musica, affascinato dal passato ma con uno sguardo attento al futuro, Raf disegna capi d’alta sartoria ma del tutto innovativi; la sperimentazione è continua e si fonde con il tentativo di esprimere “l’essere” sull’out-fit con cui si appare.
Questa la collezione che Raf Simons ha portato in occasione di Pitti 91 qualche giorno fa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here