Uomini con la gonna? Grazie, ma anche no..

La moda si sa, spesso è provocazione, avanguardia, ma altre volte va decisamente oltre le righe.
E’ la volta del ritorno della gonna indossata dagli uomini, ebbene si, il ritorno, perché come si sa, già prima del ‘600 gli abiti venivano indossati da entrambi i sessi.
gonna-uomo-               edmund-ooi-510x768
Solo in quegli anni, in Europa, la società decise di caratterizzare sempre di più i sessi, imponendo che la gonna diventasse un capo esclusivamente femminile, e per fortuna.
Passino i Kilt, le gonnelline degli aborigeni e quelle dei masai, ma un uomo con giacca, cravatta e longuette non rientra esattamente nello stereotipo dell’uomo virile, il mio almeno.
gonna
Ma che poi, “Amore, passo a prenderti alle 8” esci di casa e ti trovi lui davanti…non torni indietro in moonwalk?
Saranno forse solo limitazioni mentali, in fondo la gonna è tra gli indumenti più pratici e comodi di sempre; se un uomo è virile lo è anche coi fantasmini bianchi, i risvoltini ai jeans e la canotta della salute e i leggings…ma siamo sicure?
In molti hanno tentato, senza successo, di reintrodurre questo capo nella moda uomo, ma fuori dalle passerelle in pochi hanno azzardato il grande passo.

Jean Paul Gaultier stesso l’ha indossata in più occasioni, oltre a proporla, così come Vivienne Westwood che le ha fatte sfilare per l’ Autunno Inverno 2016/2017 e per la Primavera Estate 2017.

Le donne in passato, sono state molto coraggiose e nonostante il loro indumento unico ed insostituibile fosse proprio la gonna, hanno azzardato, cominciando già nei primi dell’ottocento a sperimentare abbigliamenti mascolini ad eventi mondani.
E non si pensi che fu un passo tanto semplice. Prima che una donna si facesse fotografare con indosso dei pantaloni passarono cento anni; tutto restò poco diffuso fino agli anni ’60 quando Saint Laurent, sfidò il costume dell’epoca, mettendo in scena una sfilata donna in cui mostrava i primi smoking taglio uomo.
gonna                       jw-anderson-lfw-2013-2
Forse abbiamo solo  bisogno di un evoluzione graduale, passare dai pantaloni a sigaretta a quelli a palazzo, poi dopo una ventina d’anni azzardare una gonna pantalone lunga, poi dopo altri 20 una un po’ più corta. Forse dopo una 60ina d’anni tornerà nel guardaroba dei nostri compagni ed io, a quel punto, sarò morta. Spero.
E voi che ne pensate?

 

Il tuo parere?

avatar
  Subscribe  
Notificami